mercoledì 25 marzo 2009

poesia

http://img478.imageshack.us/img478/6558/riflesso20piedilw0.jpg

Scorcio di secolo
(1997)

Doveva essere migliore degli altri il nostro XX secolo.
Non farà più in tempo a dimostrarlo,
ha gli anni contati,
il passo malfermo,
il fiato corto.

Sono ormai successe troppe cose
che non dovevano succedere,
e quel che doveva arrivare,
non è arrivato.

Ci si doveva avviare verso la primavera
e la felicità, fra l’altro.
La paura doveva abbandonare i monti e le valli,
la Verità doveva raggiungere la meta
prima della menzogna.

Certe sciagure
non dovevano più accadere,
ad esempio la guerra
e la fame, e così via.

Doveva essere rispettata l’inermità degli inermi,
la fiducia e via dicendo.

Chi voleva gioire del mondo
si trova di fronte a un compito irrealizzabile.

La stupidità non è ridicola.
La saggezza non è allegra.

La speranza
non è più quella giovane ragazza
etcetera, purtroppo.

Dio doveva finalmente credere nell’uomo
buono e forte,
ma il buono e il forte
restano due esseri distinti.

Come vivere? - mi ha scritto qualcuno,
a cui io intendevo fare
la stessa domanda.

Da capo e allo stesso modo di sempre,
come si è visto sopra,
non ci sono domande più pressanti
delle domande ingenue.

11 commenti:

  1. E' una lirica formidabile. Intensa e tragica come la storia che ci siamo lasciati alle spalle. Bellissimo post!

    RispondiElimina
  2. Ma quello che non abbiamo capito che nonostante tutto ognuno di noi può fare la differenza....bisogna decidere di volerlo e impegnarsi....Roberta

    RispondiElimina
  3. La storia purtroppo si ripete,anche se si spera che "il domani" sia sempre migliore.
    Ci guardiamo ale spalle e invece vediamo che non è così...e quindi sta a noi ricominciare!
    Meglio subito...

    RispondiElimina
  4. @ Lirica intensa e bellissima fotografia Aliza! Speriamo che il XXI secolo iniziato sotto una cattiva stella si concluda meglio di quello passato non tanto per noi ma per i nostri figli e i nostri nipoti.

    RispondiElimina
  5. Concordo con Evergreen, cara Aliza.
    Hai postato una lirica intensa e tragica e purtroppo ancora molto attuale.
    Grazie!
    Ciao,
    Lara

    RispondiElimina
  6. A me basta sapere che LUI è sempre vicino...

    RispondiElimina
  7. La signora in rosso26 marzo 2009 13:52

    Purtroppo anche il presente (nuovo secolo) non si presenta tanto meglio.
    Complimenti per la scelta della foto

    RispondiElimina
  8. Quando ero piccola pensavo agli anni 2000 come ad un futuro lontanissimo e supertecnologico, invece mi sembra che siano arrivati velocissimi ed assolutamente uguali ai precedenti con le stesse cattiverie ed ingiustizie. Speriamo bene per il futuro

    RispondiElimina