martedì 31 agosto 2010

ho in mano...

http://4.bp.blogspot.com/_j3-2_w6b-qE/St1swdb_5HI/AAAAAAAAAE8/9MpnMHGpZLo/s320/l%27isola+di+arturo.jpg


L’INIZIATIVA

«REGALA ANCHE TU UN LIBRO A GHEDDAFI» ATTRICI IN CAMPO CONTRO LA SFILATA DELLE HOSTESS

Contro «la sfilata delle hostess per il Colonnello», la sfilata delle «bellezze interiori»: cioè «una passerella di uomini e donne con in mano libri scritti da donne che hanno fatto la cultura anche di questo Paese». È lo spirito del 'flash mob' nato in poche ore dal gruppo 'Italia Indignata', che passando per Facebook ha organizzato ieri sera l’iniziativa «Regala anche tu un libro a Gheddafi!».

L’appuntamento era stato fissato davanti alla caserma di Tor di Quinto, sede dei festeggiamenti in onore del leader libico, e dove si sono raccolte ieri sera per un 'reading' alcune decine di persone, tutte con un libro scritto da una donna in mano. Per non rimanere fermi «a guardare l’avvilente show che Gheddafi e Berlusconi stanno mandando avanti», dicono i promotori, che vogliono «rompere un silenzio troppo lungo sullo svilimento della figura femminile in Italia». Fra le adesioni, precisa l’autrice satirica Francesca Fornario, la scrittrice di origini somale Ijaba Scego - che ha raccolto le testimonianze di alcuni migranti eritrei in Libia - le attrici Paola Minaccioni e Manuela Grimalda, Andrea Satta voce del gruppo Tetes de Bois, rappresentati del Popolo Viola e dell’Anpi, Ernesco Maria Ruffini e Cristiana Licata del Pd, Gianluca Peciolla di Sinistra e Libertà, Adele Conte e Stefano Pedica dell’Idv e Alessandro Capriccioli dei Radicali.

da Avvenire

6 commenti:

  1. Che vergogna !!! Quando si scriverà la storia degli affari personali tra B e Putin o Gheddafi sarà sempre tardi. In ogni caso non dimentichiamo che ormai dopo decenni di TV commerciale non si sa più distinguere tra il dentro e il fuori e che é puirtroppo cambiata la cultura (se così si può dire) della gente e sarà difficilissimo recuperare valori

    RispondiElimina
  2. Una cavolata a cui tutti danno troppo risalto.
    Più di un libro gli regalerei...

    RispondiElimina
  3. Ho letto L'isola di Arturo qualche anno fa su consiglio di un'amico. Mi è piaciuto un sacco, sai?

    Su Gheddaffi non voglio spendere parola. Quell'uomo ha il potere d'irritarmi come pochi
    ciao

    RispondiElimina
  4. era un'amica, non un amico (che non va apostrofato) :O))

    RispondiElimina
  5. L'isola di Arturo è un libro che ho molto amato, per le ragioni più strane.
    Buona lettura!

    Gheddafi non credo abbia la dovuta apertura mentale per apprezzare un libro simile

    RispondiElimina
  6. Non basta regalare un libro a questo individuo ( mi rifiuto di chiamarlo uomo, per rispetto dell'...umanità), ma lo costringerei a leggerne più di uno prima di poter mettere piede nel nostro paese. Mi sento umiliata come donna e come italiana non solo da lui, ma dal comportamento ossequioso dei nostri governanti che gli permettono di umiliare per l'ennesima volta il nostro paese.

    RispondiElimina