sabato 30 marzo 2013

La Pasqua

passiamo dalla morte alla vita QUESTO è L'AUGURIO





"Questo è il giorno fatto dal Signore, rallegriamoci ed esultiamo in esso" (Sal 118, 24). E’ il giorno della Resurrezione di Cristo dai morti, che i Padri della Chiesa hanno esaltato con straordinarie espressioni poetiche. Oggi è sorta la luce del mondo, oggi è apparso il grande Giorno, Cristo, che inaugura "il giorno che non conosce tramonto". Siamo nel cuore della fede e della vita della Chiesa. Il Risorto apre il passaggio (transitus, lo definisce Agostino, recuperando la corretta etimologia dell’ebraico "pasqua") dalla morte alla vita, "da questo mondo al Padre". (Gv 13, 1) Di questo passaggio, ancor più straordinario della pasqua storica del popolo di Israele, beneficiano tutti i battezzati: coloro che credono in Cristo, muoiono al peccato nelle acque battesimali e risorgono a vita nuova in forza dell’azione dello Spirito Santo. La creazione stessa partecipa alla nascita dell’uomo nuovo; essa stessa attende il suo destino ultimo, che non sarà quello di una distruzione totale, ma la sua trasfigurazione.

BUONA PASQUA A TUTTI

3 commenti:

  1. Bel post!
    Buona Pasqua cara Aliza a te e alla tua fmiglia.
    Ciao,
    Sue.

    RispondiElimina
  2. Buona Pasqua anche a te!
    Sergio

    RispondiElimina
  3. Un abbraccione e buona Pasqua a te.

    Se continua a piovere dalle nostre parti finiremo sott'acqua.

    RispondiElimina