sabato 11 marzo 2017

fragilità
















Cristallo di rocca

Chi amico ti chiama - è beato.
Felice colei che ogni giorno
ti parla ti tocca
ti dorme a lato.
Ma il rischio! Tu sei
come il cristallo di rocca:
così solitario in purezza,
così pronto a ferire
se si spezza.

Fernanda Romagnoli


3 commenti:

  1. Belli veramente questi versi, che formano una bella poesia ^, cara Aliza.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Bella la similitudine con i cristalli di rocca ... Grazie. Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non scrivo più molto spesso neanche sul mio blog, ma non mi dimentico dei cari amici come te Aliza conosciuti qui

      Elimina